Open Gallery

Dal 7 al 10 dicembre: gallerie aperte di sera pronte ad ospitareartisti italiani e internazionali

Dal 5 al 10 dicembre 2017 avrà luogo la nuova edizione della Biennale MArteLive, sostenuta dal MiBACT e Regione Lazio e patrocinata da Roma Capitale: sei giorni e sei notti di arte, performance e cultura che coinvolgeranno centinaia di artisti, numerose Ambasciate e Istituti di cultura stranieri e un pubblico sempre più vasto.                                                                               

Il 5 e il 6 dicembre, presso il Planet di Roma, avrà luogo il main event -MArteLive Lo Spettacolo Totale-, mentre dal 7 al 10 dicembre prenderà vita una miriade di progetti speciali distribuiti in tutta la città di Roma e nelle Province coinvolte, con l’intento di invadere d’arte l’intera regione, dando vita a quella che abbiamo definito la settimana Bianca dell’arte e della cultura.                                                         

Uno dei progetti speciali è Open Gallery, a cura di Oriana Rizzuto con la collaborazione del collettivo culturale Alinea e JL Art Management: una manifestazione che dal 7 al 10 dicembre coinvolge numerose gallerie della capitale, invitate a restare aperte in orario serale o a dare spazio ad un artista emergente. Un progetto che ha l’intento di promuovere artisti, curatori, mostre e spazi espositivi, rivolgendosi a un ampio ventaglio di pubblico e creando una rete tra le molteplici realtà artistiche che hanno aderito: Dorothy Circus Gallery, Pio Monti Arte Contemporanea, Varsi, Parione9, Accademia di Belle Arti di Roma, Takeawaygallery, Galleria Moderni, Nero Gallery, TAG – Tevere Art Gallery, Montoro12 Contemporary Art, Fondazione con il Sud,Ashanti, Sacripante Gallery, Hybris Art Gallery, HOP – House of Photography, Acta International, Ex Galleria, Analemma Monti, Arte Monti Gallery, Zanon Gallery, Incinque Open Art Monti, The Room Studio, Honos Art e Le Tartarughe.


Alcuni spazi espositivi accoglieranno artisti internazionali supportati da Istituti di cultura, Accademie e Ambasciate della loro nazione, come nel caso della Romania che nei propri spazi accoglie la mostra “La musica delle sfere” dell’artista romeno Cristian Ungureanu, il quale presenta inoltre la giovanissima allieva Bianca Boros. Dal Messico, arriva l’iperrealista fotografa Ahtziri Lagarde, mentre il Kosovo si presenta con una mostra di giovani fotografi, a cura di Guido Laudani, negli spazi di Ex Galleria, a Monti. Altre talentuose artiste italiane sono state invece curate dal collettivo Alinea, si tratta di Laura Valgiusti, Mara Becchetti e Veronica La Peccerella che esporranno presso Analemma Monti. Le Tartarughe, spazio in una delle storiche piazze della capitale, ospita la personale del fotografo Giuseppe Palmisani che nell’occasione della Biennale MArtelive terrà un workshop il 9 e il 10 dicembre presso Land Ho’. Diverse saranno le realtà votate ad accogliere giovani artisti: la Fondazione con il Sud ospiterà infatti la personale di Antonino Perrotta curata da Nadia Di Mastropietro, la Galleria Moderni esporrà la Collezione Giovani Artisti, con le opere di Alessandra Carloni, Daniele Compagnone, Claudio Formisani, Vittorio Iavazzo, Samantha Rivieccio, Domenico Ruccia, Alexandar Stamenov, l’Accademia di Belle Arti di Roma aprirà le sue porte a una collettiva di giovanissimi allievi, a cura di Generazione H, dal titolo “Il rosso non è il mio colore preferito”, mentre presso Honor Art ci sarà la collettiva spagnola Sobre la Realidad.Le altre affermate gallerie coinvolte, storiche o recenti, ospiteranno artisti del calibro di: Ciredz (Varsi), Ixie Darkonn (Parione9), Faig Ahmed (Montoro12), Maurizio Savini (Hybris Art Gallery), Fabio Moscatelli (Acta International e HOP), Phil Jarvis (Nero Gallery), Lavinia Cestrone (Pio Monti), Gary Baseman e Natalie Shau (Dorothy Circus Gallery).